L'unico portale giornalistico dedicato a tutte le forme d'immersione subacquea | The only journalistic web portal dedicated to all forms of underwater diving
Home » ARCHIVIO » MONDIALE DI FOTOGRAFIA SUBACQUEA 2017, MESSICO. V PUNTATA

MONDIALE DI FOTOGRAFIA SUBACQUEA 2017, MESSICO. V PUNTATA

Ancora un giorno prima della gara. Ultime immersioni di allenamento, reef, relitti e ancora leoni marini ma la tensione sale!

Di Francesca Romana Reinero.

L’ottavo giorno di allenamento è stato il penultimo per la squadra azzurra di fotografia subacquea, che ha deciso, questa volta, di recarsi all’Old Sea Lion Colony, un campo gara ancora inesplorato. Durante la navigazione però, date le avverse condizioni marine, il diving d’accordo con il team ha concordato nella scelta di abbandonare la meta prevista e di tornare indietro verso un sito più riparato, San Rafaelito. Qui, oltre al solito ed entusiasmante divertimento con i leoni marini, il team ha raccolto diversi scatti dei gobidi rintanati nei buchi delle madrepore e dei “mazzi” di gorgonie colorate che si trovano a maggiore profondità. La giornata è continuata poi con un’immersione al relitto Salvatierra dove i fotografi, come di consueto, hanno cercato l’inquadratura giusta con le modelle tra i rottami incrostati e colmi di vita marina. Infine, a chiusura del penultimo allenamento e lungo la via del ritorno verso il porto, il team azzurro ha fatto un’immersione a El Corallito. Questo reef, poco profondo, presenta non solo una vastità di microfauna, dai piccoli gobidi delle madrepore ai granchi ragno ma anche una macrofauna notevole costituita dalle murene zebrate, dai branchi di pesci, dai polpi che si mimetizzano tra i coralli e da tanto altro ancora.
Ed eccoci all’ultimo giorno di allenamento che la squadra azzurra ha sostenuto insieme al c.t. Mario Genovesi, giunto dall’Italia la sera prima per assisterla durante la gara. La decisone presa dall’intero gruppo è stata quella di tornare a Los Islotes dove anche Mario ha potuto osservare e giocare da vicino con i leoni marini. Nel frattempo la squadra, come sempre, ha continuato a raccogliere scatti di questi simpatici mammiferi e foto di ambiente cercando di dare il meglio di sé nell’ultimo allenamento pre-gara. Lungo la strada del ritorno, per chiudere in bellezza, il diving ha condotto la squadra azzurra a Swanne. Diversamente dalle altre volte, il reef di questo sito era sommerso da miriadi di branchi di pesci diversi, dai pesci farfalla alle sardine e, in mezzo al caos ittico più totale, due cormorani e due leoni marini maschi hanno sfrecciato come razzi in cerca di qualcosa di cui cibarsi. Insomma un puro divertimento che speriamo possa dare la carica giusta al team!
Per ora è tutto e la gara è agli sgoccioli, Forza Italia!

Author: Francesca Romana Reinero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login