Home » ARCHIVIO » Lantane, antozoi e altre storie

Lantane, antozoi e altre storie

C’è tempo ancora fino al 7 maggio per partecipare con foto anche subacquee a “Noto-fior-di-foto”, concorso nato per i fiori di terra. E non è cosa di poco conto. Sentite perché.

La Redazione

Logo concorso NotoParliamo di questo concorso fotografico alla sua prima edizione, intitolato “Noto fior di foto” in omaggio ai giorni della celebre “infiorata” della splendida cittadina siciliana di Noto (provincia di Siracusa) culminante nei giorni dal 19 al 21 maggio, per una particolarità apparentemente di poco conto ma secondo noi invece significativa per i tutti i subacquei. E’ accaduto che l’organizzazione del premio – cui si sono già iscritti molti concorrenti anche dall’estero, conferendo al tutto una forte connotazione di internazionalità – ha ripensato l’originaria impostazione dedicata agli aspetti floristici del territorio allargandone il significato al mare. In che modo? Istituendo una menzione speciale per una foto subacquea che ritragga comunque un soggetto associabile al tema floreale. Ora, come ben sappiamo, sott’acqua quasi tutto (pesci a parte) sembra un fiore… anche se quasi nulla lo è in senso stretto. Intere colonie di organismi sessili – adesi al fondale – appaiono come lussureggianti infiorescenze, anche se si tratta biologicamente di animali. Così, esteticamente parlando – e ci azzarderemmo a dire anche artisticamente – c’è sembrata una buona idea, dalla portata più profonda di quanto sembrasse. Perfino educativa. Una maniera anche di riconoscere la trasversalità dei valori che vengono dal mondo dell’immersione, un mondo nient’affatto confinato sotto le onde, che così può esser fatto conoscere meglio anche a chi subacqueo non è ma cionondimeno può restarne attratto. Certo, non equivarrà esattamente all’istituzione di una vera e propria categoria fotografica dedicata, ma in compenso potrebbe porre le basi per crearne una nella edizione successiva del premio. E vi dice nulla il fatto che a una prima occhiata una colonia sottomarina di Antozoi possa richiamare così da vicino un’infiorata di Lantane, il fiore tanto comune e caratteristico in Sicilia? Dopotutto – e se lo sapevate già, pazientate: ci piace ricordarlo – l’etimologia di “antozoi” sta letteralmente per “fiori animali”. Intanto, per concorrere a questa menzione speciale, c’è tempo per iscrivere la propria foto subacquea fino alla mezzanotte di domenica 7 maggio. Forza, fotosub… dateci dentro! Tutte le informazioni e il regolamento della partecipazione (gratuita!) nel sito del concorso: http://notofiordifoto.it

SerialDiver

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Login

Lost your password?