Home » Autori » Antonio Marcelli » Dal Sub Faenza al Centro Sub Nuoto Club 2000

Dal Sub Faenza al Centro Sub Nuoto Club 2000

Un progetto innovativo lungo più di cinquant’anni. Un grande impegno, indubbie competenze tecniche e un’illuminata visione politico/sociale.

A cura di Antonio Marcelli

2012 logo CSNC2000FTre amici e una passione comune per il mondo sommerso. Siamo nel 1959 quando Gianni Ancarani, Gino Cortesi e Franco Montanari, grandi amanti del mare e appassionati di pesca subacquea, fondano l’Associazione Sportiva Sub Faenza. Nell’anno successivo redigono il primo Statuto della neonata Associazione e dunque il 1960 registra la prima affiliazione alla FIPS che si ripeterà annualmente fino ai giorni nostri. La maggioranza dei soci che frequentano il Sub Faenza negli anni ’60 e ’70 è composta da pescatori, alcuni dei quali agonisti, che per diversi anni ottengono ottimi risultati nelle gare regionali e di qualificazione, risultati che purtroppo non riescono a ripetere ai Campionati Italiani. Gli stessi anni sono una vera fucina di idee ed interessi diversi. Si formano nuovi gruppi di appassionati all’archeologia, alla biologia subacquea e, dopo la costruzione della piscina comunale risalente al 1973, al nuoto pinnato e a quello tradizionale. Sono anni turbolenti, che vedono divisioni ma anche importanti fusioni come nel 1978 quando il Sub Faenza si fonde con l’Equipe Amici del Mare, dando vita al Centro di Coordinamento delle Attività Subacquee. Tra tanti, si distinguono Sergio Montanari ed Enzo Cicognani, che hanno già un’importante conoscenza delle tecniche di fotografia subacquea e diventano un fondamentale punto di riferimento per i neofiti faentini di questa attività. Infatti, grazie alle opere di Sergio ed Enzo, la nostra Associazione vince nel 1981 e nel 1982 il “Gran Trofeo FIPS di Fotografia Subacquea”, un concorso per stampe che ha preceduto il 1° Campionato Italiano di Fotografia Subacquea del 1984. Ai buoni maestri sono seguiti buoni allievi tra cui emergono, in rigoroso ordine alfabetico, Carlo Donati, Andrea Giulianini ed Antonio Marcelli. In modo particolare Andrea, coadiuvato dall’insostituibile moglie/modella Rosa Donati, diventerà il vero faro per la fotografia subacquea di Faenza, impreziosendo la sua carriera di agonista con un’irripetibile serie di vittorie: tre Campionati del Mondo a Squadre (1992 a Cuba con Massimo Sanfelice, 1994 in Corea del Sud con Claudio Bertasini e 1996 in Spagna con Settimio Cipriani) e due Campionati Italiani Individuali (1992 ad Ustica e 1996 a Palmi). Nel 1997 il Centro Sub Faenza (il nome ha subito un restyling a inizio anni ’90) si impone nel 2° Campionato Regionale di Fotografia Subacquea vincendo il titolo per Societa’ e quello individuale con Antonio Marcelli.

Sempre in questo periodo (1994) da un’idea di alcuni dirigenti del Centro Sub Faenza nasce la CO.GI.SPORT, cooperativa di società sportive che si pone come primo obiettivo la gestione della piscina comunale. Questa iniziativa si rivelerà strategica per la vita del sodalizio faentino e contribuirà a porre la nostra Associazione in una posizione di maggior evidenza nei confronti della locale Amministrazione Pubblica.
Il primi dieci del nuovo millennio vedono un nuovo cambio di generazione tra gli atleti del Centro Sub Faenza. Andrea Giulianini si ritira dall’attività agonistica e, dopo aver ottenuto dalla FIPSAS il rarissimo e prestigioso titolo di “maestro di fotografia subacquea”, si dedica al nuovo ruolo di coach di un nutrito gruppo di fotosub tra cui emergono Giorgio Giampieri e Denis Palbiani. La concentrazione di risultati che questa squadra ottiene in pochi anni è veramente impressionante. Denis vince un Campionato del Mondo Individuale (2005 in Spagna) quattro campionati Italiani Individuali (2003 a Panarea, 2004 ad Ustica, 2006 a Villasimius e 2007 a Capraia) e due campionati per Società in coppia con Giorgio Giampieri (2006 a Villasimius e 2007 a Capraia). Purtroppo, a causa di una serie di problemi di gestione della Squadra Azzurra e di incomprensioni con l’allora Direttore Tecnico, Denis Palbiani si troverà costretto a lasciare la Nazionale Italiana e il Sub Faenza, creando un danno irreparabile dal punto di vista sportivo e chiudendo nei fatti un altro ciclo probabilmente irripetibile nella storia della fotografia subacquea.
In questi anni i rapporti di collaborazione tra le Società Sportive che operano in piscina comunale risultano essere sempre più armoniosi, tanto che diventa naturale l’idea di fonderne tre in una: il Centro Sub Faenza, il Nuoto Club 2000 e la sezione nuoto della Uisp. Nasce così nel Luglio 2012 l’A.S.D. Centro Sub Nuoto Club 2000 Faenza, un progetto sportivo innovativo e lungimirante che, oltre ad eliminare radicalmente gli inevitabili dualismi, ha l’ambizione di costruire un nuovo impianto natatorio. Il 20 febbraio 2014 hanno inizio i lavori per la costruzione di una piscina a sei corsie, lunga 25 metri e profonda 1,80, attigua all’impianto esistente. Il 29 Settembre dello stesso anno viene inaugurato il nuovo complesso.
E’ certamente un record reso possibile dalla collaborazione tra la CO.GI.SPORT, che ha impeccabilmente diretto tutti i lavori, e il Comune di Faenza che, assieme al Centro Sub Nuoto Club 2000 Faenza, hanno finanziato tutto il progetto.
Il 2015 registra il ritorno all’agonismo della squadra fotosub composta da Marco Bollettinari, Paola Corradi, Andrea Giarin e Fabio Iardino che, seguiti dal coach Andrea Giulianini, ottengono tutti la qualificazione ai Campionati Italiani di Panarea. La squadra formata da Marco e Fabio, con l’aiuto di Luisa Gerotto (modella), centra subito il massimo obiettivo vincendo il Campionato Italiano per Società.
Questo successo vale la convocazione, da parte del Direttore Tecnico Mario Genovesi, dei nostri due atleti nel Club Azzurro e la conquista del “Gran Trofeo Fipsas” istituito dalla Federazione nel 1993 e dedicato alla società che per prima si fosse aggiudicata il Campionato Italiano per ben tre volte, anche non consecutive. Faenza ha vinto nel 2003, nel 2006 e nel 2015 ed è la prima Società che in Italia raggiunge questo ambito riconoscimento.
Chi ben comincia…

Antonio Marcelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Login

Lost your password?