Home » ARCHIVIO » Compatte forever

Compatte forever

Le fotocamere di questa categoria protagoniste come non mai ai Campionati Italiani di fotosub tutt’ora in corso a Panarea.

Di Emanuele Vitale. Foto di Everi Guidi, Carmelo Isgrò, Alessandro Raho

[TS-VCSC-Lightbox-Image external_link_usage=”false” content_image=”5180″ content_image_size=”full” lightbox_size=”full” content_title=”Alessandro Raho, 3° classificato-Pittorico” attribute_alt=”false” content_image_responsive=”true” content_image_height=”height: 100%;” content_image_width_r=”100″ content_image_width_f=”300″ lightbox_group=”true” lightbox_effect=”fade” lightbox_backlight=”auto” lightbox_backlight_color=”#ffffff” margin_top=”0″ margin_bottom=”20″]

Il podio dei compattisti al completo durante l'esecuzione dell'Inno NazionaleSi, vabbè, non ho vinto. Ma stavolta come poche altre in passato mi piacerà dire “c’ero anch’io”. E vi spiego perché.
Reduce dalle prime due giornate dei Campionati Italiani di Fotografia subacquea – quelle dedicate alle fotocamere compatte – rilevo che molti fattori hanno contribuito, anche in questa gara, a delineare l’attuale quadro della situazione nel campo della fotosub in genere e delle compatte nello specifico, un quadro che rende fieri di far parte dei “compattisti”.
Ecco quali:

  • l’intensità dell’impegno richiesto, anche per le condizioni meteomarine talvolta decisamente proibitive e nonostante l’indiscussa generosità in limpidezza sempre mantenuta dalle acque di Panarea nonché il supporto logistico dell’Eolo Sub di Ciccio Sesso, mai risparmiatosi nell’assicurare il massimo confort possibile…
  • la pienezza nel numero dei partecipanti;
  • la presenza di tanti volti nuovi: in particolare, lo sono due dei componenti del podio (!);
  • la partecipazione di molti tra i “veterani”, amici ritrovati a garanzia di continuità;
  • l’altissimo livello qualitativo raggiunto dalle fotocamere protagoniste;
  • il pari livello di tutte le attrezzature di complemento e di accessoristica dedicate (già questo un fattore ulteriormente sintomatico…);
  • il grado di creatività raggiunto, soprattutto con l’impegno profuso da alcuni compattisti nel 4° tema (il cosiddetto “pittorico”), espresso anche dalla ricercatezza nelle soluzioni adottate.

In conclusione, la riuscita di una competizione del genere rispecchia e conferma il successo di una categoria le cui prospettive a venire mantengono tutte le promesse fatte quando il “fenomeno compatte” ebbe il suo esordio, al di là anche di qualsiasi piazzamento.
Ok, è anche la mia consolazione nell’essermi visto il nome in classifica pericolosamente vicino allo skotch che reggeva in basso la locandina… ma è questo il bello del gioco, va bene anche così!
I Campionati sono ancora in corso. Vedremo per le reflex.

Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 12 in /customers/0/2/4/serialdiver.com/httpd.www/wp-content/plugins/js_composer/include/classes/shortcodes/vc-basic-grid.php on line 175
Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 12 in /customers/0/2/4/serialdiver.com/httpd.www/wp-content/plugins/js_composer/include/classes/shortcodes/vc-basic-grid.php on line 175
Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 12 in /customers/0/2/4/serialdiver.com/httpd.www/wp-content/plugins/js_composer/include/classes/shortcodes/vc-basic-grid.php on line 175

About Emanuele Vitale

Siracusano doc, ma vissuto a lungo anche altrove, la mia formazione sub è stata alquanto eterogenea e piuttosto brillante. In un certo senso ho bruciato molte tappe, ricoprendo tutti i ruoli nelle qualifiche legate all’immersione, approdando anche a quello di formatore istruttori...
Emanuele Vitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Login

Lost your password?