Home » ARCHIVIO » BOV si o no?

BOV si o no?

Ospitiamo e rilanciamo un parere eccellente, quello di Michele Geraci, sul BOV (Bail Out Valve), alias sistema valvola e erogatore per passare da CCR a OC (circuito aperto) tramite una leva.

A cura della Redazione

«In troppe foto vedo validissimi istruttori/trainer che non usano o non fanno usare il BOV durante i corsi e le immersioni… lo trovo assurdo.
I motivi lo sono ancora di più: pesa, costa ecc; ma il più geniale è: “se ce l’hai poi ti viene voglia di passare in OC ad ogni minimo inconveniente… e sai le bombole di bail out non sempre garantiscono l’autonomia per finire l’immersione”!
Non so più come spiegarlo che il BOV salva la vita e allora riprovo a farlo sfruttando una dimostrazione per ASSURDO.
In TUTTI i casi di incidenti mortali, al di là delle cause e delle colpe/responsabilità, per tutte le tipologie di CCR, se la vittima avesse avuto tutti e 3 i sottoelencati accorgimenti che potremmo definire “il triangolo della vita in CCR” si sarebbero SALVATE!
1-BOV (collegato al bail out esterno, con possibilità di swich tramite valvole tipo QC6 a bail out decompressivi)
2-Elastico per tenere il boccaglio in bocca autonomamente (cinghiolo tipo maschera)
3-Compagno d’immersione preparato
Non sono in ordine di importanza!
E’ giusto uno spunto di riflessione: da quando sono arrivati i ccr in Italia ho perso molti amici ed ho analizzato tutti gli incidenti, per lavoro su incarico o per interesse personale. Ebbene, al di là delle cause tutti sarebbero sopravvissuti se avessero avuto le tre cose descritte!» (Michele Geraci via Fb)

SerialDiver

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Login

Lost your password?